lunedì 29 novembre 2010

Con un po' di ritardo.....





Doveva essere il regalo di compleanno del mio cucciolo ma i tempi sono un po' slittati.
Ah le astronavi di lego le ha volute aggiungere il piccolo proprietario, non sono l'unica creativa in casa!
Per quanto riguarda la coperta vi ricordate che ho un po' litigato con i calcoli? Bhè non solo. Il top del quilt l'ho finito per la data giusta il problema è stato il retro.
Per la prima volta ho voluto usare il pile per il retro e mi ha dato filo da torcere.
Il primo errore che ho fatto è stato di applicare il retro direttamente per fare più veloce.....ahimè pessima scelta!, invece di utlizzare il metodo del binding come faccio di solito; e infatti ho scoperto l'acqua calda e cioè : cotone e pile sotto la macchina da cucire corrono in modo diverso. Il pile infatti nel cucirlo essendo elastico si allunga per poi ritornare normale, per cui mi sono trovata con il top molto più abbondante rispetto al retro, allora ho disfato e ho riprovato con il piedino doppio trasporto mettendo il pile nella parte superiore, bhè mi è toccato disfare un altra volta! Un lavoraccio.
Alla fine dopo aver lasciato la coperta a stagionare per un po' (ho dovuto sbollire il nervoso) ho rinunciato all'idea del retro in pile e l'ho usato come imbottitura applicando un retro di cotone e il binding (che non si vede dalle mie pessime foto) color verde scuro.
Per quanto riguarda la trapuntatura ho fatto il minimo indispensabile perchè avevo paura di combinere qualche nuovo pasticcio!
Bhè e anche questa è fatta, il prossimo progetto sarà una copertina per culla per il fagiolino in arrivo. Ho talmente tante idee in testa di cosine da neonato da realizzare che come al solito non riuscirò a farle tutte!
Kiss
Micky
P.s. Qualcuna di voi ha già lavorato con il pile e mi saprebbe dare qualche consiglio su come cucirlo? Essere autodidatta ha i suo pro e i suoi contro, sicuramente si impara dai propri errori!

7 commenti:

VerdeSalvia delle colline di Firenze ha detto...

Anche tu un fagioletto?? Ma che bello! Un sacco di amiche di blog hanno pancine sui 5/6 mesi, ed altre 2 hanno appena avuto 2 splendide bimbe, Alice ed Emma.
Auguri carissimi, allora, ed a proposito del commento che mi hai lasciato, menomale che non sei un volatile, che con la pancia ti dovevo anche allargare la porta della casetta per uccelli :)
Dimenticavo: il paille col cotone non l'ho mai cucito, ma ho cucito molto paille da solo ed una volta accoppiato alla maglia: io non trovo un materiale più facile, faccio anche vestaglie con maniche e tutto senza imbastire nemmeno le maniche, qualche spillo a giro e via. Si taglia non facilità, non sfrangia e quindi non necessita di zigzag, ed anche nel lavaggio asciuga subito e non deve assere stirato: I LOVE PAILLE !

VerdeSalvia delle colline di Firenze ha detto...

Scusa: si taglia CON facilità :)

Sara ha detto...

Tesoraaaa è bellissima!!!Ero sicura che alla fine avresti vinto la partita con il pile!!!Sono sicura che Ale sarà stato strafelice di arrotolarsi nella copertina!!!Qui siamo sommersi dalla neve!!!A presto, appena riesco ti chiamo!!!

ste ha detto...

E' bellissima!!!!
Complimenti.....anche se ti ha dato del filo da torcere, alla fine ne è valsa la pena!!!!!
Un bacione......Ste ʚϊɞ

Federica ha detto...

micky troppo forte le astronavi sul quilt! che dolce che sei :))) aprofutto per ringraziarti per i commenti e rispondere a quello che mi hai lasciato ormai 10 gg fa (purtroppo son stata senza internet e lo sono tuttora). io ho fatto angeli tilda anche per maschietti sai! finché sono piccini nn é di certo un problema, nn si formalizzano e poi.. gli angeli sono unisex no? basta chiaramente vestirli in toni maschili quindi neutri o azzurro o verde! e appenderli dietro la culla a proteggerli! ovviamente anche coniglio e agnello o oca o gallina sono perfetti ;)
bacio a te e al fagiolino :)
fede

Il giardino di rosmarino ha detto...

ciao complimenti per la tua copertina.Io ho usato acora il pail per il retro di un quilt,ma non ho messo il binding,l'ho cucito interamente lasciando una piccola apertura per rovesciarlo;in effetti nel trapuntare si deve fare un pò di attenzione,ma tutto sommato non è venuto male

Tilly ha detto...

tutte le volte che devo disfare qualcosa divento blu... non oso pensare quanto tempo mi ci sarebbe voluto, se questo fosse successo a me (e ogni tanto succede!!!) per poter riprendere il tutto in mano senza la tentazione di farlo "volare" (dalla finestra)!!!! Quindi ti faccio i miei complimenti per la pazienza dimostrata e per la perseveranza e anche perchè la copertina è venuta bene lo stesso!!
Per quanto riguarda il pile mi associo a sopra.. è un materiale elastico, non come il jersey, ma il principio è lo stesso. Lo uso molto per vestaglie, magliette del pigiama, cappellini, scaldacollo.

I lavori nel
presente blog sono opera del mio ingegno, dichiaro di non esercitare
l’attività del commercio al dettaglio di detti articoli in forma professionale
bensì di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto
quindi alla discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98 il quale,
viceversa, regola le attività di commercio in forma professionale e
continuativa.Con la presente dichiaro quindi, ai fini dell’applicazione
dell’art. 4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo del 31 Marzo 1998 n. 114
di esporre e di porre in vendita, in maniera occasionale e saltuaria, prodotti
che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, che rientrano
quindi nell’art. 4 comma 2 del D. Lgs 114/98 e non essere obbligata, di
conseguenza, ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli
imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del
Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.